Conferenza Nazionale sull'Infanzia e sull'Adolescenza

ATELIER

DALL’INTEGRAZIONE ALL’INCLUSIONE

Ore 14.00/17.00

Coordinatore: Rosy Paparella – Garante dei minori Regione Puglia
Relazioni: Maddalena Colombo - Università Cattolica MilanoVinicio Ongini - Ministero dell'Istruzione, Università e RicercaMaria Teresa Tagliaventi-Università di Bologna
Rapporteur: Mohamed Tailmoun, Associazione G2

Parole chiave: - Integrazione - Seconde generazioni - Cittadinanza - Confronto/incontro - Diritti dei bambini - Pari opportunità

Abstract

Il tema dell’integrazione è suscettibile di una doppia declinazione sia come accoglienza e confronto con bambini e famiglie di origine straniera, sia come facilitazione dei processi di inclusione e partecipazione sociale di soggetti marginalizzati, ma non necessariamente stranieri dal punto di vista dell’identità giuridica e nazionale, come accade ad almeno il 50% di bambini, adolescenti e famiglie Rom, sinte e caminanti.

“Origine straniera” è un concetto che rischia di ridurre l’attuale complessità e diversificazione delle situazioni e storie di vita di bambini e ragazzi che sempre più spesso sono nati e cresciuti in Italia (circa il 60% dei minori stranieri residenti) e sono stranieri in virtù della nazionalità estera dei genitori e delle vigenti norme in materia di cittadinanza.

I dati più recenti del MIUR (febbraio 2014) sulla presenza degli alunni con cittadinanza non italiana nelle nostre scuole evidenziano un aumento dalle 430.000 unità del 2006 alle 830.000 di oggi. Altro aspetto di grande interesse è il fatto che motore della crescita sono gli alunni con cittadinanza non italiana, ma nati in Italia, che rappresentano ben il 47,2% degli alunni stranieri totali.

daftarpokeronline99.webnode.com/ Quali sono i fattori che possono facilitare oppure ostacolare il processo identitario esposto a molteplici e differenti stimoli nei contesti familiari, scolastici e di socializzazione? Quale influenza hanno tali fattori sui percorsi scolastici e formativi e sulle scelte individuali di accesso ad uno o all’altro percorso di studi? La scuola si interroga da tempo sperimentando pratiche innovative nel quadro di indirizzi nazionali finalizzati a costruire una scuola accogliente e multiculturale. E nel contesto sociale allargato quali risposte trovano bambini e ragazzi?

Interventi Programmati

Dario Abrescia

Fondazione Giovanni Paolo II

pdfAbstract

Simone Pozzato

IC 14 Bologna

pdfAbstract

Stefania Pizzolla

Ufficio Garante nazionale

pdfAbstract

Chiara Curto

UNICEF

pdfAbstract

Juri Pertichini

Arciragazzi

pdfAbstract

Gianfranco Arnoletti

CIFA

pdfAbstract

Video Progetto inclusione ed integrazione RSC


PARTECIPA

Sitemap